Bankitalia: Il debito pubblico aumenta nel 2015 a circa 2.170 miliardi

Bankitalia: Il debito pubblico aumenta nel 2015 a circa 2.170 miliardi
Il debito pubblico italiano è aumentato significativamente. © Shutterstock

Il debito pubblico italiano è salito nel 2015 di 33,8 miliardi.

CONDIVIDI

Il debito pubblico italiano è salito nel 2015, rispetto all’anno precedente, di €33,8 miliardi a €2.169,9 miliardi. È quanto risulta dal supplemento al bollettino statistico della Banca d'Italia dedicato alla finanza pubblica.

Bankitalia indica che l’aumento del debito nel 2015 è stato inferiore al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (49,3 miliardi) per effetto della diminuzione di 10,7 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro, a fine anno a 35,7 miliardi, e degli scarti e dei premi di emissione che hanno contenuto il debito per 5,1 miliardi. Di contro, le variazioni dei cambi hanno aumentato il debito di 0,3 miliardi.

Per quanto riguarda la ripartizione per sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è cresciuto di €40,5 miliardi a €2.077,5 miliardi, quello delle Amministrazioni locali è diminuito di €6,6 miliardi a €92,3 mentre il debito degli Enti di previdenza è sceso di €0,1 miliardi.

Al 31 dicembre 2015 il contributo italiano al sostegno finanziario ai paesi europei ammontava a 58,2 miliardi (60,3 alla fine del 2014): 10 miliardi di prestiti bilaterali alla Grecia, 33,9 miliardi erogati per il tramite dell’European Financial Stability Facility (Efsf) e 14,3 miliardi di contributo al capitale dello European Stability. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Durante il 2015 le entrate tributarie sono state complessivamente pari a €433.483 milioni, in aumento del 6,4% rispetto ai €407.579 milioni del 2014.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption