Piazza Affari debole a metà seduta, forti vendite sulle banche

Piazza Affari debole a metà seduta, forti vendite sulle banche
Piazza Affari scende a metà seduta. © Shutterstock

Crolla Carige. Acquisti sui petroliferi. Sale ancora Telecom. Bene Moncler.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano scende a metà seduta. Il FTSE MIB scende al momento dello 0,5% a 18.264,54 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è in calo a 123 punti base.

A pesare su Piazza Affari è la negativa performance del settore bancario. Banca Carige (IT0003211601) perde il 10,4%. La BCE ha chiesto alla banca ligure di ridurre i rischi e di rientrare nei requisiti di vigilanza attraverso un nuovo piano di funding entro il 31 marzo. Sulla scia di Banca Carige Banca Popolare di Milano (IT0000064482) perde il 3,1%, Banco Popolare (IT0004231566) il 3,2%, UniCredit (IT0000064854) il 3%, Banca MPS (IT0001334587) il 2,9% e UBI Banca (IT0003487029) il 3,3%.

Telecom Italia (IT0003497168) guadagna un ulteriore 1,9%. L’operatore telefonico continua a beneficiare delle voci secondo cui Vivendi (FR0000127771), il suo maggiore azionista, avrebbe l’intenzione di sostituire l’amministratore delegato Marco Patuano. Oggi inoltre le autorità argentine hanno autorizzato il trasferimento a Fintech della partecipazione di controllo in Telecom Argentina (ARP9028N1016).

I petroliferi beneficiano dell’aumento del prezzo del petrolio. Saipem (IT0000068525) guadagna l’1,8% e Tenaris (LU0156801721) l’1,9%.

Banca Mediolanum (IT0004776628) è stabile. Secondo quanto riportano diverse fonti il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di Silvio Berlusconi contro l'obbligo di cessione della quota oltre il 9,9% dell’istituto. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Moncler (IT0004965148) guadagna il 2,1%. La società specializzata in abbigliamento invernale ha aumentato lo scorso anno l’utile ed i ricavi più di quanto atteso dagli analisti.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption