Eni: S&P taglia il rating a BBB+

Standard & Poor’s ha tagliato il rating sul debito a lungo termine di Eni (IT0003132476) da “A-” a “BBB+”. Il rating a breve termine è stato confermato a “A-2”. L’outlook è stabile.

S&P indica in una nota di attendersi per il cane a sei zampe nei prossimi due anni un rapporto tra Funds From Operation (FFF) e debito superiore al 30% e un cash flow nettamente negativo, soprattutto nel 2016.

S&P indica che l’outlook stabile riflette l’aspettativa che la situazione finanziaria di Eni migliorerà gradualmente negli anni 2017 e 2018 grazie alla ripresa dei prezzi del petrolio, con effetti positivi sul cash flow. I costi operativi del gruppo petrolifero italiano sarebbero inoltre relativamente bassi e le prospettive di crescita della produzione migliori di quelle dei rivali.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.