Borsainside.com

Bankitalia taglia stime crescita 2016 e 2017

Bankitalia taglia stime crescita 2016 e 2017
La Banca d'Italia ha tagliato le sue stime di crescita. © Shutterstock

Via Nazionale prevede ora per il 2016 un aumento del Pil dell’1,1% e per il 2017 dell’1,2%.

Nelle “Proiezioni macroeconomiche per l’economia italiana”, pubblicate oggi, la Banca d’Italia ha tagliato le sue stime di crescita. Via Nazionale prevede ora per il 2016 un aumento del Pil dell’1,1% e per il 2017 dell’1,2%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Nel Bollettino Economico di gennaio, Bankitalia aveva previsto sia per il 2015 che per il 2016 una crescita “attorno all’1,5%”.

Bankitalia spiega che il quadro previsivo risente della debolezza dello scenario internazionale, che riflette soprattutto il rallentamento delle economie emergenti. La ripresa procede quindi più lentamente del previsto. Secondo Bankitalia nel secondo trimestre il Pil crescerà dello 0,3%, esattamente come nei primi tre mesi dell’anno.

A sostenere la crescita sarà la domanda interna grazie all’accelerazione dei consumi, “favorita dal progressivo miglioramento delle condizioni sul mercato del lavoro, e dalla ripresa degli investimenti”.

Bankitalia stima che l’occupazione totale aumenterà di circa il 2 per cento nell’arco del triennio 2016-2018 (di quasi il 2,5 per cento nel settore privato). Il miglioramento delle prospettive occupazionali dovrebbe stimolare anche l’offerta di lavoro, che è vista crescere di oltre mezzo punto percentuale cumulativamente nel triennio. Per il tasso di disoccupazione Bankitalia prevede un calo graduale, al10,8 per cento nel 2018 (oltre 1 punto percentuale in meno rispetto al 2015).

L'inflazione dovrebbe rimanere ancora pari a zero nella media di quest’anno per poi risalire solo gradualmente (allo 0,9 per cento nel 2017 e all’1,5 nel 2018). Al netto della componente energetica, Bankitalia stima che l’indice dei prezzi al consumo aumenterà dello 0,6 per cento nel 2016, dell’1,0 nel 2017 e dell’1,5 nel 2018.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS