Bankitalia taglia stime crescita 2016 e 2017

Bankitalia taglia stime crescita 2016 e 2017
La Banca d'Italia ha tagliato le sue stime di crescita. © Shutterstock

Via Nazionale prevede ora per il 2016 un aumento del Pil dell’1,1% e per il 2017 dell’1,2%.

Nelle “Proiezioni macroeconomiche per l’economia italiana”, pubblicate oggi, la Banca d’Italia ha tagliato le sue stime di crescita. Via Nazionale prevede ora per il 2016 un aumento del Pil dell’1,1% e per il 2017 dell’1,2%.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Nel Bollettino Economico di gennaio, Bankitalia aveva previsto sia per il 2015 che per il 2016 una crescita “attorno all’1,5%”.

Bankitalia spiega che il quadro previsivo risente della debolezza dello scenario internazionale, che riflette soprattutto il rallentamento delle economie emergenti. La ripresa procede quindi più lentamente del previsto. Secondo Bankitalia nel secondo trimestre il Pil crescerà dello 0,3%, esattamente come nei primi tre mesi dell’anno.

A sostenere la crescita sarà la domanda interna grazie all’accelerazione dei consumi, “favorita dal progressivo miglioramento delle condizioni sul mercato del lavoro, e dalla ripresa degli investimenti”.

Bankitalia stima che l’occupazione totale aumenterà di circa il 2 per cento nell’arco del triennio 2016-2018 (di quasi il 2,5 per cento nel settore privato). Il miglioramento delle prospettive occupazionali dovrebbe stimolare anche l’offerta di lavoro, che è vista crescere di oltre mezzo punto percentuale cumulativamente nel triennio. Per il tasso di disoccupazione Bankitalia prevede un calo graduale, al10,8 per cento nel 2018 (oltre 1 punto percentuale in meno rispetto al 2015).

L'inflazione dovrebbe rimanere ancora pari a zero nella media di quest’anno per poi risalire solo gradualmente (allo 0,9 per cento nel 2017 e all’1,5 nel 2018). Al netto della componente energetica, Bankitalia stima che l’indice dei prezzi al consumo aumenterà dello 0,6 per cento nel 2016, dell’1,0 nel 2017 e dell’1,5 nel 2018.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • 100% Azioni - 0 Commissioni
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Social Trading
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Capex.com
  • Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
  • Licenza: CySEC
  • Strumenti Intregrati
Broker pluriregolamentato, piattaforme all'avanguardia Prova Gratis Capex.com opinioni
BDSwiss
  • Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
  • Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
  • MetaTrader 4 e 5
Regolamentato con più licenze, MetatTrader 4 e 5. Prova Gratis BDSwiss opinioni
Dukascopy
  • Licenza: FKTK
  • Forex e CFD
  • Deposito minimo: 100 dollari
Conto Demo ECN gratuito - data feed completo Prova Gratis Dukascopy opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS