Brexit: Confindustria vede nero anche per l’Italia

Brexit: Confindustria vede nero anche per l’Italia
Confindustria ha tagliato le sue stime di crescita per l'Italia. © Shutterstock

Confindustria ha tagliato le sue stime di crescita per il 2016 a +0,8% e per il 2017 a +0,6%.

CONDIVIDI

La Brexit avrà un impatto negativo anche sull’economia italiana. Lo afferma Confindustria. Il CSC, il centro studi dell'associazione degli industriali, ha tagliato le sue stime sul PIL italiano per il 2016 da +1,4% a +0,8% e per il 2017 da +1,3% a +0,6%.

Secondo il CSC, la Brexit peserà sulla crescita italiana per 0,1% quest’anno e per mezzo punto nel 2017. Gli esperti di Viale dell’Astronomia indicano che la decisione del Regno Unito di uscire dall’UE rallenterà il commercio internazionale.

Il CSC avverte che ancora più pesante sarebbe l’impatto di un’eventuale vittoria del “no” al referendum di ottobre. La sconfitta del governo Renzi provocherebbe un caos politico, con ripercussioni sui rendimenti dei titoli di Stato, fuga di capitali, caduta della fiducia di famiglie e imprese. Il CSC stima che un "no" avrebbe come conseguenza un calo del PIL dello 0,7% nel 2017, dell'1,2% nel 2018 e un +0,2% nel 2019, in totale un -1,7% mentre nello stesso periodo sarebbe salito del 2,3%. Si tratterebbe quindi di una differenza del 4%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro