Banche: Il FMI avverte l’Italia, serve intervento rapido

Banche: Il FMI avverte l’Italia, serve intervento rapido
Christine Lagarde, il numero uno del FMI. ©ID 1974 - Shutterstock

Il FMI ha tagliato le stime di crescita per l'Italia per il 2016 e il 2017.

CONDIVIDI

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha esortato l’Italia a sanare il più presto possibile le sue banche. “La riforma del settore finanziario è cruciale per garantire la stabilità e per sostenere la ripresa”, si legge nel rapporto annuale sul nostro Paese.

A causa dell’impatto della Brexit il FMI ha tagliato le sue stime di crescita per l’Italia per il 2016 da 1,1% a meno dell'1%, e per il 2017 da 1,3% a circa l'1%

Il FMI osserva che, nonostante l’economia italiana abbia registrato ultimamente una ripresa, i problemi strutturali restano significativi. L’organizzazione con sede a Washington cita la bassa produttività, l’elevata disoccupazione e gli scarsi investimenti.

Il FMI mette in risalto i problemi del comparto bancario. Alla fine del 2015 le banche italiane avevano in pancia crediti deteriorati per €360 miliardi. Secondo gli esperti la bassa crescita economica non permetterebbe agli istituti di credito di risolvere la crisi da soli. Sarebbero quindi necessarie ulteriori misure per rafforzare il settore. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

L’FMI invita quindi il governo ad agire rapidamente. Un atteggiamento passivo o tardivo potrebbe aumentare le incertezze e distruggere valore per le banche e per l’intero sistema.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption