Piazza Affari chiude in netta flessione, crolla UniCredit dopo stress test

Piazza Affari chiude in netta flessione, crolla UniCredit dopo stress test
Piazza Affari ha chiuso in netta flessione. © Shutterstock

Il FTSE MIB ha perso l’1,7% a 16.554,83 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in netta flessione. Il FTSE MIB ha perso l’1,7% a 16.554,83 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è sceso a 126 punti base.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

A pesare su Piazza Affari sono state le forti perdite dei bancari. I risultati degli stress test non hanno potuto tranquillizzare gli investitori. UniCredit (IT0000064854) ha sofferto in particolar modo. Il titolo è crollato del 9,4%. Nello scenario avverso degli esami condotti dall’EBA, il CET1 della banca milanese si attesterebbe al 7,1%, un valore decisamente inferiore alla media degli altri istituti di credito. Gli investitori si attendono di conseguenza il lancio di un importante aumento di capitale.

Tra gli altri titoli del settore Banca Popolare di Milano (IT0000064482) ha perso il 6,2%, Banco Popolare (IT0004231566) il 5%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) il 3,5%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) il 5,7%, Mediobanca(IT0000062957) l’1,9% e UBI Banca (IT0003487029) il 6,2%.

Banca MPS (IT0001334587) ha guadagnato controtendenza lo 0,6%. La banca senese ha registrato la peggiore performance negli stress test ma la BCE ha approvato il suo piano di ristrutturazione che prevede la cessione di €9,7 miliardi di sofferenze ed un aumento di capitale da €5 miliardi.

Fuori dal paniere principale Saras (IT0000433307) ha perso l’8,8%. Il gruppo petrolchimico ha annunciato dei deboli risultati per il primo semestre.

iQOption
Migliori Peggiori
Recordati +1,2 % UniCredit -9,4 %
Ferragamo +0,8 % Banca Pop Milano -6,2 %
Banca MPS +0,6 % UBI Banca -6,2 %
Atlantia +0,4 % Banca Pop Em Rom -5,7 %
Campari +0,2 % Banco Popolare -5,0 %
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro