UniCredit, risultati in crescita nel secondo trimestre, ma scende il CET1

UniCredit (IT0000064854) ha annunciato oggi che nel secondo trimestre del 2016 il suo utile netto è aumentato del 75% a €916 milioni. La seconda maggiore banca italiana ha beneficiato del taglio dei suoi costi e della vendita di asset. L’utile netto rettificato si è attestato a €687 milioni, in aumento del 31,5% rispetto al secondo trimestre del 2015. Gli analisti avevano previsto €665 milioni.

I ricavi sono aumentati del 7,1% a €6,1 miliardi. Gli esperti avevano previsto €5,7 miliardi. Gli interessi netti sono scesi del 2,7% a €2,92 miliardi e le commissioni del 3,3% a €1,93 miliardi. Le rettifiche sui crediti sono rimaste stabili a €914 milioni.

Per quanto riguarda la situazione patrimoniale il CET1 “fully loaded” al 30 giugno è pari al 10,53%, dal 10,85% di fine marzo.

Il titolo di UniCredit scende al momento a Piazza Affari dell’1,8%.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.