Exor raddoppia l'utile nel primo semestre

Exor raddoppia l'utile nel primo semestre
Il logo di Exor.

La holding della famiglia Agnelli ha beneficiato soprattutto dell'acquisizione di PartnerRe.

CONDIVIDI

Exor (IT0001353140) ha annunciato oggi che nel primo semestre del 2016 il suo utile netto è aumentato del 96,2% a €430,3 milioni. La holding della famiglia Agnelli ha beneficiato soprattutto dell’'incremento della quota del risultato delle partecipate (€267,4 milioni, di cui €151,7 milioni relativi al primo consolidamento di PartnerRe).

Al 30 giugno il Net Asset Value (NAV) era pari a €11,501 miliardi, in calo del 13,9% rispetto ai €13,355 miliardi al 31 dicembre 2015. Il patrimonio netto consolidato attribuibile ai soci della controllante ammontava alla fine del semestre a €10,086 miliardi, con un calo di €52 milioni da fine 2015.

Al 30 giugno 2016 il saldo della posizione finanziaria netta consolidata era negativo per €3,605 miliardi, registrando una variazione negativa di €4,924 miliardi rispetto al saldo positivo di €1,336 miliardi a fine 2015, principalmente per effetto dell'acquisizione di PartnerRe (€5,415 miliardi).

Exor prevede per il 2016 risultati economici positivi che dipenderanno in larga misura dall'andamento delle principali società partecipate. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Sabato prossimo, 3 settembre, è in programma l’assemblea dei soci per approvare il progetto di fusione transfrontaliera di Exor in Exor Holdings N.V., società olandese interamente controllata da Exor, che all’esito della fusione sarà la nuova società holding.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption