Borsa Milano inizia la settimana con il segno meno, si salva MPS

Borsa Milano inizia la settimana con il segno meno, si salva MPS
La Borsa di Milano ha chiuso in ribasso. © Shutterstock

Il FTSE MIB ha perso l’1,1% a 16.655,22 punti. Vendite sui finanziari e petroliferi.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi con il segno meno. Il FTSE MIB ha perso l’1,1% a 16.655,22 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è rimasto invariato a 119 punti.

A pesare è stata la crescente aspettativa di un’ulteriore stretta monetaria negli Stati Uniti. Janet Yellen ha affermato venerdì scorso al simposio di Jackson Hole che le motivazioni per un rialzo dei tassi si sono rafforzate nei mesi recenti. Le parole del numero uno della Fed hanno spinto il dollaro rispetto alle altre principali valute.

Dal fronte macroeconomico sono arrivate notizie negative. La fiducia dei consumatori e delle imprese è scesa in Italia ad agosto.

Il settore finanziario è stato particolarmente debole. Azimut (IT0003261697) ha perso il 2,7%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) il 3%, Banca Popolare di Milano (IT0000064482) il 2,7%, Generali (IT0000062072) il 2% e UBI Banca (IT0003487029) il 2%.

Exor (IT0001353140) ha perso l’1,5%. La holding della famiglia Agnelli ha raddoppiato l’utile nel primo semestre, il Net Asset Value (NAV) è però calato nel periodo del 13,9%.

Il calo del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. Eni (IT0003132476) ha perso l’1%, Saipem (IT0000068525) l’1,9% e Tenaris (LU0156801721) l’1,8%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Banca MPS (IT0001334587) ha guadagnato controtendenza l’1,5%. Secondo indiscrezioni di stampa la banca senese starebbe studiando la conversione volontaria delle obbligazioni subordinate in azioni, con l’obiettivo di ridurre il volume dell’aumento di capitale.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption