Istat, retribuzioni ferme a luglio su mese, +0,6% su anno

Istat, retribuzioni ferme a luglio su mese, +0,6% su anno
Le retribuzioni sono rimaste a luglio ferme su mese. © Shutterstock

Nel solo settore privato le retribuzioni hanno registrato un incremento tendenziale dello 0,7% (0,4% nell'industria e 1,2% nei servizi privati).

A luglio l'indice delle retribuzioni contrattuali orarie è rimasto invariato rispetto al mese precedente ed è aumentato dello 0,6% nei confronti di luglio 2015. Lo ha comunicato oggi l'Istat.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Con riferimento ai principali macrosettori, a giugno le retribuzioni contrattuali orarie hanno registrato un incremento tendenziale dello 0,7% per i dipendenti del settore privato (0,4% nell'industria e 1,2% nei servizi privati) e una variazione nulla per quelli della pubblica amministrazione.

I settori che a luglio hanno presentato gli incrementi tendenziali maggiori sono stati: tessili, abbigliamento e lavorazione pelli (3,1%); commercio (2,0%); trasporti, servizi postali e attività connesse (1,9%). Si sono registrate variazioni nulle nei settori dell'agricoltura; del legno, carta e stampa; della metalmeccanica; dei servizi di informazione e comunicazione; delle telecomunicazioni e in tutti i comparti della pubblica amministrazione. Inoltre, si è registrata una variazione negativa dello 0,5% nel settore dell'acqua e servizi di smaltimento rifiuti.

Complessivamente, nei primi sette mesi del 2016 la retribuzione oraria media è cresciuta dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2015.

Alla fine di luglio i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica riguardavano il 31,8% degli occupati dipendenti e corrispondevano al 30,6% del monte retributivo osservato. Tra i contratti monitorati dall'indagine, sono stati recepiti quattro nuovi accordi e due sono venuti a scadenza.

Alla fine dello scorso mese la quota dei dipendenti in attesa di rinnovo era del 68,2% nel totale dell'economia, in aumento rispetto a giugno. L'attesa del rinnovo per i lavoratori con il contratto scaduto è in media di 38,2 mesi. L'attesa media calcolata sul totale dei dipendenti è di 26,0 mesi, in crescita rispetto a una anno prima (21,0).

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • 100% Azioni - 0 Commissioni
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Social Trading
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Capex.com
  • Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
  • Licenza: CySEC
  • Strumenti Intregrati
Broker pluriregolamentato, piattaforme all'avanguardia Prova Gratis Capex.com opinioni
BDSwiss
  • Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
  • Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
  • MetaTrader 4 e 5
Regolamentato con più licenze, MetatTrader 4 e 5. Prova Gratis BDSwiss opinioni
Dukascopy
  • Licenza: FKTK
  • Forex e CFD
  • Deposito minimo: 100 dollari
Conto Demo ECN gratuito - data feed completo Prova Gratis Dukascopy opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS