Battuta d'arresto per il settore terziario, prospettive negative nel breve termine

Battuta d'arresto per il settore terziario, prospettive negative nel breve termine
Il settore terziario italiano ha frenato bruscamente. © Shutterstock

L’indice PMI di IHS/Markit è sceso a settembre a 50,7 punti. Minimi da quattro mesi.

CONDIVIDI

L’indice PMI di IHS/Markit relativo al settore terziario italiano è sceso a settembre, rispetto ad agosto, da 52,3 a 50,7 punti. Si tratta del più basso livello da quattro mesi. Gli economisti avevano previsto un lieve calo a 52,1 punti.

Ricordiamo che un valore superiore a 50 punti segnala una crescita mentre un valore inferiore indica una contrazione.

“I risultati del settore terziario di settembre segnano una battuta d’arresto. Fino ad agosto i dati davano segnali di una rinnovata crescita con l’accelerazione dell’attività e dell’occupazione. Nel mese di settembre invece, l’attività è a malapena aumentata e la crescita occupazionale si è fermata”, indica Phil Smith, economista della IHS Markit, in una nota.

“Ciò significa – aggiunge - che la prestazione media dell’intero terzo trimestre è migliorata di poco rispetto al secondo in cui il PIL mostrava una stagnazione. Anche gli indici concernenti l’entrata di nuovi ordini e la fiducia sugli affari, hanno segnato un incremento minore, preannunciando prospettive negative di crescita nel breve termine.”

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro