Fiat Chrysler torna all'utile nel terzo trimestre, alza target 2016

Fiat Chrysler torna all'utile nel terzo trimestre, alza target 2016
Fiat Chrysler ha alzato alcuni target per il 2016. ©Igor Golovniov - Shutterstock

L’Ebit adjusted di Fiat Chrysler è cresciuto lo scorso trimestre del 29% a 1,5 miliardi.

CONDIVIDI

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha annunciato oggi di aver generato nel terzo trimestre del 2016 un utile netto di €606 milioni, contro la perdita di €387 milioni nello stesso periodo dello scorso anno. Il costruttore di automobili ha beneficiato del miglioramento della performance operativa, del calo degli oneri finanziari e della riduzione delle imposte.

L’Ebit adjusted è cresciuto del 29% a €1,5 miliardi. I ricavi sono rimasti sostanzialmente invariati a circa €26,8 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Ebit adjusted di €1,4 miliardi e ricavi di €27,5 miliardi.

Le consegne globali sono state pari a 1.123.000 unità, sostanzialmente in linea con il terzo trimestre 2015.

L’indebitamento netto industriale al 30 settembre era pari a €6,51 miliardi, in aumento di €1 miliardo rispetto alla fine di giugno. Il consensus era di un debito di €6,33 miliardi.

Fiat Chrysler ha rivisto al rialzo alcuni target per il 2016. Il gruppo italo-americano prevede ora per quest’anno un Ebit adjusted a oltre €5,8 miliardi (rispetto a oltre €5,5 miliardi) e un utile netto adjusted di oltre €2,3 miliardi (rispetto a oltre €2 miliardi). Il target per i ricavi è stato lasciato invariato a oltre €112 miliardi. Fiat Chrysler continua inoltre a prevedere per la fine dell’anno un indebitamento industriale sotto €5 miliardi. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Il titolo guadagna al momento a Piazza Affari l’1% a €5,95.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption