Descalzi: "È ora di fare qualcosa per il prezzo del petrolio"

Descalzi:
Descalzi si attende un aumento del prezzo del petrolio. © Shutterstock

Il numero uno di Eni è ottimista che l'OPEC potrà raggiungere un accordo per limitare la produzione.

CONDIVIDI

Claudio Descalzi, l’amministratore delegato di Eni (IT0003132476), è fiducioso sulla capacità dell’OPEC di riuscire a stabilizzare il mercato. “Credo che ci sarà un accordo, è ora di fare qualcosa per il prezzo del petrolio”, ha dichiarato in un’intervista con l’emittente televisiva CNBC.

Descalzi ha spiegato di ritenere che sia i consumatori che i produttori abbiano bisogno di “un altro livello di prezzo”.

Il prezzo del petrolio è sceso ieri per la sesta seduta di fila dopo che l’agenzia stampa Reuters ha scritto che l’Arabia Saudita ha minacciato di aumentare la sua produzione se l’Iran non contribuirà al piano per frenare l’offerta. La notizia è stata tuttavia smentita dal segretario generale del cartello, Mohammed Barkindo.

Descalzi si è detto ottimista che il prezzo del petrolio aumenterà il prossimo anno, ma non ha voluto fare previsioni. “Condivido l’opinione che il prezzo del petrolio salirà, ma è difficile indicare un livello“.

Descalzi, che si trovava ieri a Londra per il lancio del fondo per l’ambiente OGCI Climate Investments, ha affermato di non essere preoccupato a causa delle sfide geopolitiche, ma ha chiesto ai responsabili politici di creare condizioni favorevoli agli investimenti.

Per quanto riguarda la situazione in Italia ed il referendum costituzionale, il numero uno del cane a sei zampe ha espresso sostegno per il governo. "Da un punto di vista industriale, abbiamo bisogno di stabilità e Renzi significa stabilità", ha osservato.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro