Il debito pubblico scende per il secondo mese di fila

Il debito pubblico italiano è calato a settembre di 12,1 miliardi a 2.212,6 miliardi di euro. È quanto risulta dal supplemento al bollettino statistico della Banca d’Italia dedicato alla finanza pubblica. Per il debito pubblico si è trattato del secondo calo mensile di fila.

Bankitalia indica che il fabbisogno del mese (15,2 miliardi) è stato più che compensato dalla diminuzione (25,3 miliardi) delle disponibilità liquide del Tesoro (risultate pari a 39,3 miliardi alla fine di settembre) e dall’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del cambio dell’euro (1,9 miliardi).

Per quanto riguarda la ripartizione per sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è calato di 12,4 miliardi, mentre quello delle amministrazioni locali è aumentato di 0,4 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza è sceso di 0,1 miliardi.

Nei primi nove mesi del 2016 il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 39,9 miliardi. L’incremento riflette il fabbisogno (42,3 miliardi) e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (3,6 miliardi); in senso opposto ha operato, per 6,0 miliardi, l’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del tasso di cambio.

Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a settembre a 32 miliardi (30,2 miliardi nello stesso mese del 2015). Nei primi nove mesi del 2016 le entrate tributarie sono state complessivamente pari a 302 miliardi, in aumento del 4,6 per cento (13,2 miliardi) rispetto a quelle relative allo stesso periodo dell’anno precedente; tale dinamica è stata in parte sospinta da alcune disomogeneità contabili e temporali (riguardanti principalmente l’IVA, le ritenute Irpef, il canone Rai e l’imposta di bollo virtuale).

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.