Piazza Affari chiude debole zavorrata da MPS e Mediaset

Piazza Affari chiude debole zavorrata da MPS e Mediaset
© Shutterstock

L'aumento di capitale di Banca MPS non ha avuto successo. Bene gli altri bancari. Acquisti sui petroliferi.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in moderato ribasso. Il FTSE MIB ha perso lo 0,5% a 19.121,26 punti. Lo spread è salito a 160 punti, da 157 punti di ieri sera. In un tipico clima prefestivo, i volumi di scambio a Piazza Affari sono stati bassi.

Banca MPS (IT0001334587), molto volatile durante la seduta, ha perso il 7,5%. Oggi è terminato l’aumento di capitale destinato agli investitori istituzionali. Intanto Banca MPS ha comunicato che le adesioni all’offerta su titoli subordinati e garantiti da convertire in azioni sono state pari a circa €2,45 miliardi. La banca senese ha fatto sapere che "non si sono concretizzate manifestazioni di interesse da parte di anchor investor". Il salvataggio pubblico è quindi inevitabile ed avverrà, secondo indiscrezioni di stampa, in più fasi, in un arco di tempo di due-tre mesi.

Dopo l’eccezionale rally delle scorse sedute Mediaset (IT0001063210) ha perso il 12,4%. Berenberg ha tagliato il suo rating sull'operatore televisivo da “Buy” a “Hold”.

Sulla scia di Mediaset ha ritracciato anche Telecom Italia (IT0003497168). Il titolo dell’operatore telefonico ha chiuso in ribasso del 2,3%.

UniCredit (IT0000064854) ha guadagnato lo 0,6%. Banca Akros ha alzato il suo rating sull’istituto di credito da “Accumulate” a “Buy”.

Banca Popolare di Milano (IT0000064482) e Banco Popolare (IT0004231566), prossime a fusione, hanno guadagnato rispettivamente il 2,6% e il 2,5%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Acquisti sui petroliferi. Saipem (IT0000068525) e Tenaris (LU0156801721) hanno guadagnato rispettivamente il 2,7% e l’1,2%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption