etoro

UniCredit conferma maxi perdita nel 2016, CET1 all’11,15 post aumento

UniCredit conferma maxi perdita nel 2016, CET1 all’11,15 post aumento

UniCredit ha confermato tutti gli obiettivi del piano Transform 2019. I dividendi torneranno a partire dal 2017.

UniCredit (IT0000064854) ha confermato oggi di aver chiuso il 2016 con una perdita di €11,8 miliardi. A pesare sono state componenti non ricorrenti per €13,1 miliardi. Escluse le voci straordinarie, l’utile netto si è attestato a €1,3 miliardi, “grazie ai solidi ricavi e a un disciplinato contenimento dei costi”, indica l’istituto di Piazza Gae Aulenti




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

I ricavi sono stati sostanzialmente stabili a €18,8 miliardi (-0,3% rispetto al 2015), con maggiori ricavi da negoziazione e da dividendi che hanno compensato l’andamento negativo del margine di interesse e delle commissioni.

Il margine di interesse ha raggiunto è sceso del 5,6% a €10,3 miliardi. I dividendi e gli altri proventi sono saliti del 2,6% a €844 milioni. Le commissioni si sono attestate a €5,5 miliardi, in calo dell’1,1% sul 2015. I ricavi da negoziazione sono balzati del 40% a €2,1 miliardi, principalmente sostenuti da plusvalenze non ricorrenti e dalle attività richieste dalla clientela.

Escludendo le componenti non ricorrenti, i costi totali sono scesi del 3,6% a €11,8 miliardi, con un rapporto costi/ricavi rettificato del 58,8% (-3,3%).

Le rettifiche su crediti sono salite a €12,2 miliardi nel 2016, rettificate per €8,1 miliardi di accantonamenti non ricorrenti, le rettifiche su crediti si sono attestate a €4,1 miliardi con un costo del rischio rettificato di 91pb.

Per quanto riguarda la situazione patrimoniale il CET1 ratio fully-loaded era a fine dicembre al 7,54%. Considerando l’aumento di capitale attualmente in corso il CET1 ratio fully loaded sale all’11,15% e supera nettamente il 12% se si includono le cessioni di Pioneer e Bank Pekao.

UniCredit ha confermato tutti gli obiettivi del piano Transform 2019, tra cui un CET1 ratio al di sopra del 12,5% alla fine del 2019.

Il Consiglio di Amministrazione della banca ha deliberato di non proporre alcun pagamento di dividendi per l’esercizio 2016, ma è stata confermata la politica di distribuzione dei dividendi cash con un payout del 20-50% a partire dal 2017, come annunciato nel piano Transform 2019. Il titolo di UniCredit è al momento a Piazza Affari stabile a €12,40.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • 100% Azioni - 0 Commissioni
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Social Trading
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Capex.com
  • Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
  • Licenza: CySEC
  • Strumenti Intregrati
Broker pluriregolamentato, piattaforme all'avanguardia Prova Gratis Capex.com opinioni
BDSwiss
  • Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
  • Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
  • MetaTrader 4 e 5
Regolamentato con più licenze, MetatTrader 4 e 5. Prova Gratis BDSwiss opinioni
Dukascopy
  • Licenza: FKTK
  • Forex e CFD
  • Deposito minimo: 100 dollari
Conto Demo ECN gratuito - data feed completo Prova Gratis Dukascopy opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS