Industria, produzione in forte crescita alla fine del 2016

La produzione industriale è cresciuta in Italia a dicembre dell’1,4%. Gli economisti avevano previsto un calo dello 0,1%.

A novembre l’indice dell’Istat ha registrato variazioni congiunturali positive in tutti i raggruppamenti; sono aumentati i beni intermedi (+2,0%), i beni di consumo (+1,5%), i beni strumentali (+1,2%) e, in misura più lieve, l’energia (+0,7%).

Su base annua la produzione industriale italiana è cresciuta a dicembre del 6,6%. L’Istat osserva che i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 21 di dicembre 2015.

In termini tendenziali la produzione ha registrato una marcata variazione positiva nel comparto dell’energia (+11,9%); aumenti significativi hanno segnato anche i beni intermedi (+7,8%) e i beni strumentali (+7,3%) mentre un aumento più contenuto è stato registrato dai beni di consumo (+2,3%).

Nella media del trimestre ottobre-dicembre 2016 la produzione è aumentata dell’1,3% rispetto al trimestre precedente. Nella media del 2016 la produzione è cresciuta dell’1,6% rispetto al 2015.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana Oggi Quotazioni in Tempo Reale Azioni Indici

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.