Chiusura Borsa Milano: FTSE MIB negativo, vendite su bancari e petroliferi

Dopo due sedute positive di fila la Borsa di Milano ha chiuso oggi in flessione. Il FTSE MIB ha perso lo 0,7% a 19.056,16 punti. Lo spread è salito a 187 punti base, dai 186 punti di ieri. Il tasso del BTP a dieci anni è passato dal 2,23% al 2,25%.

La seduta è stata volatile. L’OCSE ha rivisto leggermente al rialzo le sue stime sul PIL dell’Italia, avvertendo tuttavia che la ripresa resta debole. I dati macroeconomici pubblicati oggi negli Stati Uniti hanno incrementato l’aspettativa dei mercati che la Fed alzerà di nuovo i tassi durante i prossimi mesi. In particolare, l’inflazione è balzata negli Stati Uniti a gennaio ai massimi livelli da quasi quattro anni.

La maggior parte dei bancari ha chiuso in rosso. Banco Bpm (IT0005218380) ha perso il 3,4%, Bper Banca (IT0000066123) il 2,6%, Mediobanca(IT0000062957) lo 0,6% e UBI Banca (IT0003487029) l’1,7%. UniCredit (IT0000064854) ha guadagnato l’1% e Intesa Sanpaolo (IT0000072618) lo 0,8%.

Dopo il rally delle scorse sedute Unipol (IT0001074571) ha perso il 2,8%.

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha frenato e chiuso sostanzialmente stabile (+0,1%). Exor (IT0001353140), la holding della famiglia Agnelli, ha guadagnato l’1,2%. I due titoli restano sotto i riflettori dopo ieri PSA Group (FR0000121501), il gruppo che controlla i marchi automobilistici Peugeot e Citroën, ha comunicato di star esplorando l’acquisizione di Opel, controllata da General Motors (US37045V1008).

STMicroelectronics (NL0000226223) ha beneficiato dei nuovi massimi storici raggiunti dal Nasdaq ed ha guadagnato l’1,2%.

Generali (IT0000062072) ha perso l’1,9%. Oggi si riunisce il consiglio di amministrazione del gruppo assicurativo per fare il punto sulla quota del 3% di Intesa Sanpaolo (IT0000072618).

Enel (IT0003128367) ha perso l’1,5%. Il colosso elettrico ha annunciato di aver finalizzato l’acquisizione di circa il 94,8% del capitale sociale della brasiliana Cel Distribuicao per un corrispettivo complessivo di 2,187 miliardi di real (circa 640 milioni di dollari).

Il calo del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. Eni (IT0003132476) ha perso l’1,1%, Saipem (IT0000068525) il 2,7% e Tenaris (LU0156801721) lo 0,9%.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana Oggi Quotazioni in Tempo Reale Azioni Indici

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.