Chiusura Borsa Milano: Ancora vendite sulle banche, bene STM

Chiusura Borsa Milano: Ancora vendite sulle banche, bene STM
© Shutterstock

Lo spread è rimasto stabile. Male Generali. La speculazione sostiene Fiat Chrysler. Terna sale dopo i conti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in leggero ribasso ribasso. Il FTSE MIB ha perso lo 0,2% a 18.978,65 punti. Lo spread è rimasto invariato a 188 punti base. Il tasso del BTP a dieci anni si è attestato al 2,18%, stabile sui livelli di venerdì sera.

La seduta è stata tranquilla a causa della chiusura di Wall Street. A frenare Piazza Affari è stata la crescente incertezza politica a causa della possibile scissione del PD, il principale partito italiano.

Le vendite hanno colpito anche oggi soprattutto i bancari. Banco Bpm (IT0005218380 ha perso il 2,4%, UniCredit (IT0000064854) l’1,2%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) lo 0,2%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) l'1,1%, Mediobanca(IT0000062957) lo 0,9% e UBI Banca (IT0003487029) lo 0,7%.

Generali (IT0000062072) ha perso l’1,4%. Il gruppo assicurativo ha acquistato 510 milioni di azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo (IT0000072618) pari al 3,04% del capitale sociale complessivo della banca.

STMicroelectronics (NL0000226223) ha guadagnato il 2,1%. Il primo produttore europeo di semiconduttori ha ufficializzato oggi la collaborazione con Sequans Communications, leader nel LTE per i chipset dell’Internet delle cose.

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha guadagnato l’1,4%. Secondo indiscrezioni di stampa PSA Group (FR0000121501), il gruppo che controlla i marchi automobilistici Peugeot e Citroën, e General Motors (US37045V1008), sarebbero vicini a trovare un accordo sulla cessione di Opel.

Terna (IT0003242622) ha guadagnato l’1%. L'operatore di reti per la trasmissione dell'energia elettrica ha annunciato per il 2016 un Ebitda leggermente superiore alla sua guidance.

Eni (IT0003132476) ha guadagnato lo 0,9%. Il prezzo del petrolio è salito oggi dopo che dai dati della Joint Oil Data Initiative (JODI) è emerso che le esportazioni di petrolio dell’Arabia Saudita sono calate a dicembre di 244.000 barili al giorno. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Fuori dal paniere principale Credito Valtellinese (IT0000064516) ha guadagnato l’1,8%. Banca Akros ha alzato il suo rating sul titolo a “Neutral” dal precedente “Reduce”.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption