Skin ADV

Borsa Milano positiva a metà giornata, FTSE MIB sopra 19.600 punti

Borsa Milano positiva a metà giornata, FTSE MIB sopra 19.600 punti
© Shutterstock

Lo spread è sceso in area 175 punti. Forti acquisti sulle banche. Bene Salvatore Ferragamo. A picco Geox.

Dopo una partenza il leggero ribasso la Borsa di Milano ha virato in positivo. Il FTSE MIB guadagna attualmente l’1,1% a 19.663,19 punti.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Lo spread è sceso in area 175 punti base. Piazza Affari beneficia inoltre delle notizie arrivate dal fronte societario. L’indice PMI Composite per la zona euro è salito a febbraio ai massimi dall’aprile del 2011. La crescita del settore terziario italiano ha accelerato lo scorso mese più di quanto atteso dagli economisti.

In testa al FTSE MIB ci sono le banche. UniCredit (IT0000064854) guadagna il 3,2%, Bper Banca (IT0000066123) il 3,2% e UBI Banca (IT0003487029) il 4,3%.

Salvatore Ferragamo (IT0004712375) guadagna l’1,2%. Bernstein ha avviato la copertura sulla casa di moda fiorentina con “Outperform”.

Tra i petroliferi. Saipem (IT0000068525) guadagna lo 0,9% e Eni (IT0003132476) l’1,3%. Il prezzo del petrolio registra una ripresa dopo le sue recenti perdite.

Fuori dal paniere principale Geox (IT0003697080) perde il 3,9%. L’utile della compagnia della scarpa che respira è precipitato nel 2016 a €2 milioni, da €10 milioni un anno prima.

Italmobiliare (IT0000074598) sale del 2,5%. Il consiglio di amministrazione della società ha deliberato di proporre all’assemblea una cedola di €1 per azione ante-frazionamento (rispetto a €0,4 del 2015), per un monte-dividendi di €22,9 milioni (da €16,3 milioni del 2015).

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro