Elezioni anticipate Italia, quali impatti sul rischio Paese?

Il possibile (e sempre più probabile) anticipo della data delle elezioni politiche italiane sembra preoccupare qualche analista ma, probabilmente, lo sta facendo in misura eccessiva rispetto a quello che potrebbe divenire il futuro scenario.

In particolar modo, è bene rammentare come il potenziale appuntamento anticipato non dovrebbe influenzare il processo di riforme, che tanto stava già risentendo del “tipico” clima di fine legislatura. Quel che invece potrebbe subire un impatto più o meno negativo è il processo di budget: anche se nessuno lo afferma in modo esplicito, dalle parti dell’esecutivo, è intuibile come in maniera implicita il disegno del budget 2018 sarà lasciato al nuovo governo e al nuovo parlamento, e che pertanto qualsiasi proposta sarà fatta dal governo uscente prima del 15 ottobre (ovvero, la scadenza prevista dal calendario europeo), il budget avrebbe uno scarso valore se dalle urne uscisse una maggioranza diversa da quella che sostiene l’esecutivo attuale.

L’unica alternativa – per quanto difficilmente percorribile – sarebbe quella di concordare il budget con le opposizioni, ammesso che vi sia un simile margine di collaborazione (arduo). In altri termini, quel che dovrebbe accadere è che il budget 2018 sarà definito molto più tardi del solito. È inoltre possibile che se si desidera evitare l’incremento delle aliquote IVA che dovrebbe scattare a inizio 2018 (e che rappresenta lo spauracchio maggiore in termini di effetti negativi sui consumi), dovrà comunque essere trovata e approvata una copertura alternativa, attualmente di difficile individuazione, ma almeno parziale al fine di rinviare il problema di qualche mese fino all’insediamento del nuovo governo.

A proposito di nuovo governo, la legge elettorale in corso di maturazione rende difficile pensare che una singola forza politica possa disporre della maggioranza assoluta. Lo scenario centrale che pertanto si sta profilando – a meno che non si riesca a inserire nel progetto di legge un premio di maggioranza consistente, e peraltro a rischio incostituzionalità – è quella di una alleanza tra due forze.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.