Borsa Italiana oggi: azioni Mediaset e uscita da Stoxx Europe 600. Conviene vendere?

Non c’è solo Fiat Chrysler Automobiles a movimentare Borsa Italiana oggi. Dalla parte opposta rispetto al titolo del Lingotto, infatti, si colloca Mediaset. La quotazione del titolo del Biscione è in costante affanno fin da questa mattina. Più nel dettaglio se si va a guardare al grafico relativo all’andamento del titolo, si nota che Mediaset ha toccato su Borsa Italiana oggi un minimo a 3,332 euro e un massimo a 3,4 euro, praticamente sugli stessi livelli di apertura. Il passivo del titolo del Biscione è di circa l’1,8%. Le vendite sono più o meno costanti fin dalle ore 10 quando gli investitori hanno iniziato a fare i conti con due notizie che sono state giudicate entrambe negative. Come nella più classica delle storie di borsa, quindi, sono le news a determinare l’andamento della quotazione del titolo.

In particolare al mercato non sembra essere andata per nulla già la decisione di escludere Mediaset dall’indice Stoxx Europe 600. L’addio del Biscione all’importante e prestigioso paniere è stato comunicato proprio questa mattina dalla società Stoxx che gestisce l’omonimo paniere di proprietà del gruppo Deutsche Boerse Group. La decisione di Stoxx non è immediata. L’indice Stoxx Europe 600, infatti, continuerà ad includere Mediaset fino al 18 settembre escluso. In quella data, infatti, è previsto l’addio del Biscione.

L’effetto negativo creato da questa notizia si è andato a sommare con quello altrettanto negativo innescato da una seconda news che comunque non riguarda Mediaset in modo diretto. Il colosso britannico della pubblicità WPP ha lanciato un profit warning sul 2017 dopo aver presentato dati semestrali inferiori alle attese. In particolare nei primi sei mesi dell’anno il giro d’affari “like-for-like” è calato dello 0,5% contro il +0,7% del consensus. Da qui la decisione di rivedere al ribasso la stima di crescita organica dei ricavi nel 2017 tra lo 0% e l’1% contro il +2% della precedente guidance. Il profit warning ha ovviamente gettato nel panico gli investitori che hanno iniziato a vendere in modo massiccio le azioni WPP che sono arrivate a perdere oltre l’11%.

Se su Borsa Italiana oggi le azioni Mediaset vanno male, quindi, è a causa della convergenza di questi due fattori diversi. Le prospettive sul titolo Mediaset non sono positive. La visibilità potrebbe continuare ad essere garantita dal dossier Vivendi anche se sui rapporti con i francesi e con Telecom Italia lo scenario appare essere sempre più confuso. E’ appunto per questo che tanti traders oggi hanno deciso di vendere azioni Mediaset.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Italiana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.