Dividendo Enel 2019 almeno a 0,28 euro, con prezzi azioni di oggi il rendimento è al 6%

Dividendo Enel 2019 almeno a 0,28 euro, con prezzi azioni di oggi il rendimento è al 6%

Il consiglio di amministrazione di Enel ha confermato la politica dei dividendi per i prossimi esercizi: investire in azioni oggi conviene

CONDIVIDI

Comprare azioni Enel su Borsa Italiana oggi può essere un buon affare in considerazione dei dividendi che la società ha intenzione di riconoscere per i prossimi esercizi. Il consiglio di amministrazione di Enel ha infatti confermato la buona politica di remunerazione degli azionisti che era stata già anticipata negli scorsi mesi. La conferma della politica dei dividendi costituisce un importante driver per le azioni Enel e non è quindi un caso se la quotazione della società elettrica oggi stia segnando un apprezzamento dell'1,9 per cento a quota 4,65 euro. Le azioni Enel sono le migliori sul Ftse Mib oggi. Grazie al rialzo della seconda di Ottava su Borsa Italiana, la performance di Enel è ora positiva per il 4,85 per cento mentre il bilancio anno su anno resta negativo per i prezzi delle azioni.

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

Conosci il Social Trading eToro ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare le loro operazioni di trading. Conto demo Gratuito da 100.000€ Clicca qui

La politica dei dividendi è il grande catalizzatore per le azioni Enel su Borsa Italiana oggi. Il consiglio di amministrazione della società, in relazione al dividendo Enel 2019 (relativo ossia all'esercizio 2018) ha confermato che ammonterà ad almeno 0,28 euro per azione. Considerando quelli che sono gli attuali livelli di prezzo di Enel, la cedola che verrà staccata garantisce un rendimento superiore al 6 per cento. Investire in azioni Enel è quindi conveniente anche in considerazione di quello che è l'andamento generale di Borsa Italiana oggi. 

In generale il CdA di Enel ha confermato fino al 2021 la politica dei dividendi basata su un payout, definito come la percentuale di utili distribuiti come cedole agli azionisti, pari al 70 per cento dell’utile netto ordinario. Enel si è inoltre impegnata a pagare anche un dividendo minimo per azione per l'intero periodo. Nel 2019 la cedola della società sarò quindi pari al maggiore tra: un dividendo per azione basato appunto sul payout del 70 per cento e un cedola minima per azione di 0,32 euro. Per gli esercizi successivi, ossia dal 2020, il dividendo minimo di Enel sarà pari a 0,34 euro e a 0,36 a valere sull'esercizio 2021.

Investire in azioni Enel oggi, comunque, non conviene solo in considerazione dell'ammontare della politica dei dividendi, ma anche alla luce dei target fissati dal CdA nel piano industriale al 2021. Enel punta a chiudere l’esercizio 2018 con un margine operativo lordo di circa 16,2 miliardi di euro che dovrebbe poi salire a 18,2 miliardi nel 2021. In aumento anche l'utile netto ordinario della società che dovrebbe segnare un aumento dai 4,1 miliardi di euro stimati per l’esercizio in corso ai 5,6 miliardi previsti per il 2020. Tra gli altri target del piano, il costo del debito dovrebbe ridursi dal 4,6 per cento al 4,4 per cento stimato per il biennio 2020/2021 mentre il precedente piano indicava al 2020 un costo del debito al 4,5 per cento. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro