Skin ADV

Titolo FCA in ribasso dopo dati su immatricolazioni: quale direzione per le azioni oggi?

Titolo FCA in ribasso dopo dati su immatricolazioni: quale direzione per le azioni oggi?
© Shutterstock

FCA ha registrato un aumento delle immatricolazioni in Europa nel mese di settembre ma al mercato non sembra bastare: prezzo azioni in ribasso

Apertura di contrattazioni negativa per il titolo Fiat Chrysler nella seduta di metà d'Ottava. Dopo pochi minuti dall'avvio degli scambi, il prezzo delle azioni FCA registra un ribasso dello 0,5 per cento a quota 12 euro. L'avvio con il segno negativo è il segnale che il mercato e gli investitori non hanno apprezzato fino in fondo i dati sulle immatricolazioni auto e le vendite del Lingotto in Europa nel mese di settembre 2019.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Eppure la flessione non deve trarre in inganno perchè le immatricolazioni Fiat Chrysler in Europa non sono andate affatto male soprattutto se si confronta il dato di settembre con quello dei mesi precedenti. Venendo al concretro, il Lingotto ha chiuso il mese di settembre con vendite per complessive 69.467 unità. Le vetture immatricolate da FCA nell'ultimo mese sono state superiori del 12,8 per cento rispetto al dato di un anno fa. Nonostante il rally delle immatricolazioni, FCA non è però riuscita a restare in linea con il balzo registrato dal mercato e quindi, pur in un contesto positivo, ha perso quote. A livello europeo, infatti, il mercato auto ha segnato un balzo del 14,4 per cento nel mese di settembre. Poichè Fiat Chrysler ha fatto peggio del mercato, la sua quota è passata dal 5,5 per cento al 5,4 per cento. Potrebbe sembrare assurdo ma la quota mercato di FCA in Europa cala nonostante il forte incremento delle vendite su base annua. 

Inoltre, nonostante il buon andamento segnato nel mese di settembre, il saldo relativo ai primi 9 mesi 2019 resta negativo. Nel periodo compreso tra gennaio e settembre, infatti, Fiat Chrysler ha segnato un calo delle vendite del 10,2 per cento. Di conseguenza la quota di mercato è calata dal 6,7 per cento all'attuale 6,1 per cento.

Nonostante questi dati negativi, ci sono dei segnali comunque interessanti. Nel comunicato stampa con cui sono stati resi noti i dati sulle vendite, il Lingotto ha posto l'accento sull'andamento del terzo trimestre 2019.

Secondo il management della società, FCA ha conseguito un risultato positivo in Europa nel mese di settembre con le vendite che sono cresciute del 12,8 per cento, in linea con l'andamento del mercato. Nel terzo trimestre 2019 Fiat Chrysler ha venduto 200.200 vetture per una quota mercato pari al 5,4 per cento. Secondo il Lingotto, inoltre, il forte aumento registrato a settembre riguarda tutti i brand del gruppo e rappresenta un "positivo auspicio per gli ultimi mesi dell’anno".

Le azioni FCA su Borsa Italiana nel corso dell'ultimo mese hanno segnato un ribasso del 4,22 per cento. Negativa anche la performance nell'ultimo anno. Su base annua, infatti, si evidenzia un calo del 4,84 per cento.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro