La Borsa di Milano scende, non dura l'effetto Monti

Il FTSE MIB ha perso il 2% a 15.464,45 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in netto calo. Il FTSE MIB ha perso il 2% a 15.464,45 punti. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito ieri al senatore a vita Mario Monti l'incarico di formare un nuovo governo. La notizia ha potuto sostenere solo brevemente Piazza Affari. Gli investitori attendono ora gli ulteriori sviluppi. I mercati temono che Monti avrà delle difficoltà a realizzare delle importanti riforme visto che il sostegno politico al suo mandato si fonda su delle deboli basi. A pesare è stata anche l'odierna asta di BTP che ha visto un forte aumento dei rendimenti. UniCredit (IT0000064854) ha chiuso in ribasso del 6,2%. La prima banca italiana ha registrato nel terzo trimestre una perdita di €10,64 miliardi ed annunciato un aumento di capitale da €7,5 miliardi. Seduta da dimenticare anche per Campari (IT0003849244): -7,6% a €5,31. La crescita organica del produttore di alcolici ha rallentato nel terzo trimestre, i margini sono inoltre stati inferiori alle previsioni degli analisti.

Migliori Peggiori
Banca MPS +1,6 % Campari -7,6 %
Ansaldo STS +1,4 % UniCredit -6,2 %
Tod's +0,9 % Banco Pop Milano -6,0 %
Tenaris +0,8 % Fiat Industrial -5,1 %
Finmeccanica +0,5 % Intesa Sanpaolo -4,1 %
Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro