Piazza Affari affonda, pioggia di vendite sui bancari

Il FTSE MIB ha perso il 3,8% a 14.896,73 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in forte ribasso. Il FTSE MIB ha perso il 3,8% a 14.896,73 punti. A Piazza Affari è riaumentata l'incertezza relativa alla crisi del debito. Moody's ha avvertito oggi in una nota che l'assenza di misure per stabilizzare il mercato del credito nel breve termine implica che la zona euro e l'intera UE restano esposte a dei futuri shock e che la coesione della zona euro è sotto una permanente minaccia. Jean-Michel Six, capo economista di S&P Europe, ha indicato da parte sua che il tempo per l'UE sta scadendo. Secondo Six ci sarà probabilmente bisogno di un altro shock prima che in Europa tutti vedano la situazione nello stesso modo. In questo contesto i titoli di Stato italiani sono tornati a soffrire nonostante l'esito dell'odierna asta di BOT sia stato piuttosto positivo. Lo spread tra il BTP e il Bund ha superato temporaneamente 470 punti base. Tutti i titoli del FTSE MIB hanno chiuso in calo. I bancari sono andati a picco. Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) ha perso il 9,5%, Banca MPS (IT0001334587) l'8,8%, Banco Popolare (IT0004231566) il 7,8%, UBI Banca (IT0003487029) il 7%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) il 5,8% e UniCredit (IT0000064854) il 5,8%. Fondiaria-SAI (IT0001463071) ha perso un ulteriore 9%. Il mercato continua a temere che il gruppo assicurativo lancerà un nuovo aumento di capitale. Terna (IT0003242622) ha perso il 5,7%. Il secondo documento di consultazione, approvato venerdì scorso dall'Autorità per l'Energia sui nuovi piani tariffari delle attività di trasporto e distribuzione dell'elettricità, è risultato peggiore delle attese.

Migliori Peggiori
Atlantia -0,3 % Banca Pop E. Rom -9,5 %
Pirelli -0,8 % Fondiaria-SAI -9,0 %
Parmalat -1,0 % Banca MPS -8,8 %
Diasorin -1,1 % Banco Popolare -7,8 %
Impregilo -1,2 % UBI Banca -7,0 %
Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro