Piazza Affari chiude in netto calo, resiste Telecom Italia

Il FTSE MIB ha perso il 2,4% a 13.936,70 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in netto calo. Il FTSE MIB ha perso il 2,4% a 13.936,70 punti. La seduta è stata molto volatile. Su Piazza Affari hanno pesato i nuovi timori legati alla crisi del debito sovrano. Alexis Tsipras, leader della formazione di sinistra Syriza, incaricato di formare un governo, ha dichiarato che gli impegni sottoscritti dalla Grecia per ricevere gli aiuti internazionali sono nulli dopo l'esito delle elezioni di domenica. Anche la Spagna preoccupa sempre più i mercati. Secondo quanto riportano diverse fonti il Governo spagnolo avrebbe l'intenzione di nazionalizzare Bankia (ES0113307039) per salvarla dal collasso.
Dopo il rimbalzo di ieri A2A (IT0001233417) ha perso oggi il 6,9%. Gli altri titoli penalizzati in particolar modo dalle vendite sono stati Finmeccanica (IT0001407847) che ha perso il 6%, Saipem (IT0000068525) -5,4% e STMicroelectronics (NL0000226223) -5,3%. Telecom Italia (IT0003497168) ha beneficiato come tutto il settore europeo delle telecomunicazioni dell'offerta fatta da América Móvil (MXP001691213) per KPN (NL0000009082) ed ha guadagnato l'1,1%. Bene anche Buzzi Unicem (IT0001347308): +1% a €7,65. ING ha alzato il suo rating sul titolo del produttore di materiali per le costruzioni a "Buy".

Migliori Peggiori
Telecom Italia +1,1 % A2A -6,9 %
Buzzi Unicem +1,0 % Finmeccanica -6,0 %
Banco Pop Milano +0,5 % Saipem -5,4 %
Eni -0,6 % STMicroelectronics -5,3 %
Azimut -0,8 % Lottomatica -4,6 %
Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro