oracle: ellison mostra i muscoli

CONDIVIDI
15.07.2004 Larry Ellison, CEO di Oracle (US68389X1054), si è presentato ieri agli analisti molto sicuro di sè e della strategia della sua impresa. Oracle starebbe crescendo più delle concorrenti. Nonostante alcuni timori relativi ad un possible rallentamento della congiuntura Ellison resta ottimista sull'attuale esercizio. I ricavi dovrebbero crescere del 6-9% mentre l'utile dovrebbe raggiungere $0,09 per azione. I ricavi dalle licenze con nuovi software, il core business di Oracle, dovrebbero registrare un aumento del 5-15%. Niente "warning" quindi come Siebel Systems (US8261701028), PeopleSoft (US7127131065) e Veritas Software (US9234361098). Ellison ha dichiarato: "Il nostro business non da alcun segno di debolezza. Non ci piace essere messi allo stesso livello con la massa di aziende da un futuro incerto". Ellison ha inoltre affermato di credere che il processo di consolidamento nel settore continuerà . Le più piccole imprese scompariranno, il mercato sarà dominato un giorno da Oracle, IBM (US4592001014), Microsoft (ISIN: US5949181045) e SAP (DE0007164600). Il gigante del software avrebbe i mezzi finanziari per continuare nella sua strategia d'acquisizione e in futuro "ci sarà l'opportunità di rilevare una serie di imprese, alcune delle quali sono guidate da ex-dipendenti di Oracle". Secondo gli osservatori Ellison avrebbe fatto riferimento con queste parole a Siebel Systems, Veritas Software e Business Objects (FR0004026250), tutte dirette da ex-manager di Oracle. Ellison ha però escluso di poter lanciare una seconda Opa prima che venga portato a termine l'acquisto di PeopleSoft.
Oracle ha chiuso ieri in ribasso dell'1,9% a $10,79.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption