Il petrolio e i farmaceutici affondano Wall Street

CONDIVIDI
Seduta negativa per i mercati azionari americani. Il Dow Jones ha perso l'1,1% a 10125,40 punti, il Nasdaq Composite ha chiuso in ribasso dell'1,1% a 1948,52 punti.
I principali indici di borsa statunitensi sono stati penalizzati in particolare dal nuovo aumento del prezzo del petrolio e dal forte calo dei titoli dei giganti dell'industria farmaceutica Merck (US5893311077) e Pfizer (US7170811035).
Il Crude Future ha raggiunto a New York un nuovo record storico. Il Future con scadenza novembre ha chiuso in rialzo di $0,65 a ben $52,67 a barile.
La prestigiosa rivista "New England Journal of Medicine" ha pubblicato un articolo nel quale viene avanzata l'ipotesi che tutti i farmaci che hanno le stesse caratteristiche del Vioxx di Merck potrebbero causare dei problemi cardiovascolari. La notizia ha pesato su Merck e soprattutto su Pfizer che dispone sul mercato di Celebrex, un farmaco antifiammatorio simile al Vioxx. Merck ha perso il 2,4%, Pfizer il 4,1%.
Tra gli altri titoli da segnalare il calo di Genentech (US3687104063): -5,6% a $47,45. Il colosso della biotecnologia ha aperto ieri la nuova "earnings season" annunciando un outlook al di sotto delle attese del mercato.
Al Nasdaq male il settore delle infrastrutture della rete. Wachovia Securities ha tagliato oggi il rating su Juniper Networks (US48203R1041) da "Outperform" a "Market perform". Il downgrade ha trascinato nel baratro non solo Juniper ma anche i principali titoli del comparto. Juniper ha perso il 3%, Cisco Systems (US17275R1023) l'1,7% e Ciena (US1717791016) il 2,9%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro