EMC: Per Robert W. Baird un'occasione d'acquisto

CONDIVIDI
Rambus (US7509171069) ed Infineon (DE0006231004) hanno annunciato poco fa di aver raggiunto un accordo e di aver messo fine a tutte le dispute legali relative ai brevetti delle memorie SDRAM e DDR. L'impresa tedesca dei chip pagherà a partire dal prossimo 15 novembre fino al 15 novembre 2007 a Rambus ogni trimestre $5,85 milioni per utilizzare i suoi brevetti. In caso Rambus dovesse riuscire a stingere degli accordi con alcune altre imprese Infineon potrebbe pagare a partire dal 15 novembre 2007 fino a $100 milioni a trimestre. In seguito alla notizia il titolo di Rambus esplode al momento al Nasdaq: +26% a $16,50. Timida la reazione di Infineon: +0,8% a €7,30 a Francoforte. Rambus afferma dal 2000 di possedere la proprietà intellettuale della "Synchronous memory interface", l'interfaccia utilizzata nelle memorie SDRAM e cerca di ottenere le royalties dai prodotti dalle concorrenti. Infineon era stata finora una delle principali imprese del settore a non riconoscere Rambus come proprietaria dei brevetti e a rifiutare di pagare.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption