etoro

Pfizer: Dalle stelle... alle stalle

Dopo aver già chiuso ieri con un buon rialzo Microsoft (US5949181045) guadagna al momento al Nasdaq l'1,3% a circa $25. Il titolo non sembra quindi soffrire la notizia della coalizione formata da alcune grandi concorrenti in appoggio all'Unione Europea nella causa antitrust contro il gigante di Redmond. Nokia (FI0009000681), Oracle (US68389X1054), IBM (US4592001014), Red Hat (US7565771026) e RealNetworks (US75605L1044) si sono unite infatti in un'associazione che è stata battezzata ECIS (European Committee for Interoperable Systems), "Gruppo europeo per i sistemi interoperabili". L'obiettivo è quello di creare un'interoperabilità tra i vari programmi e i vari sistemi operativi. A questo scopo l'ECIS ha chiesto di intervenire accanto a Bruxelles nel ricorso che Microsoft ha presentato alla Corte di Giustizia Europea. Le cinque aziende si sono dette ancora preoccupate a causa della condotta anticompetitiva di Microsoft e vorrebbero testimoniare al processo d'appello.
Dal punto di vista tecnico il corso delle azioni di Microsoft si trova in ripresa. Come supposto da Borsainside qualche settimana fa - vedi: Microsoft: Il titolo sembra essere ipervenduto- Microsoft ha potuto registrare una reazione tecnica al di sopra della linea del trend rialzista di lungo termine a $24. Ora è da tenere d'occhio la resistenza a $25,07. A questo punto il titolo potrebbe frenare nel breve termine. Se Microsoft dovesse superare quota $25,07 ed in seguito $25,50 avrebbe potenziale nel medio termine fino a $27,42. Finchè il titolo resta al di sopra di $24 il suo trend resta nel lungo termine bullish.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato