I giudizi degli analisti di oggi sulle blue chips europee

CONDIVIDI
Cisco Systems (US17275R1023) ha presentato ieri dopo la chiusura delle contrattazioni al Nasdaq una trimestrale soddisfacente ma non brillante. Nei tre mesi febbraio-aprile (terzo trimestre fiscale dell'impresa) i ricavi di Cisco sono aumentati rispetto allo stesso periodo del 2004 del 10% a $6,19 miliardi. L'utile per azione prima degli oneri straordinari è cresciuto del 16% a $0,23. I dati hanno leggermente superato le stime medie degli analisti che erano di ricavi di $6,16 miliardi e di un utile per azione di $0,22. Cisco ha confermato le previsioni sul suo quarto trimestre fiscale e l'intero esercizio 2005 che restano in linea con le attese del mercato. Il CEO John Chambers si è detto soddisfatto dell'andamento degli affari della sua impresa. In un trimestre tradizionalmente debole Cisco ha beneficiato tra l'altro di alcuni importanti accordi con società quali Comcast (US20030N2009) e BT Group (GB0030913577). Il numero degli ordini indicherebbe inoltre un'ulteriore solida crescita di Cisco nei prossimi mesi. Nel dopo-borsa il titolo ha reagito ai dati con un leggero rialzo: +0,2% a $18,25.
Bisogna attendere ora come reagirà il mercato nella seduta regolare di oggi. Investitori ed analisti potrebbero mostrarsi delusi del fatto che la profittabilità di Cisco ha registrato ancora un calo. Il risultato d'utile è stato inoltre sostenuto dall'importante programma di buy-back dell'impresa. Cisco ha acquistato lo scorso trimestre proprie azioni per $2 miliardi.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption