Valute: La Cina rivaluta lo yuan

CONDIVIDI
La Banca Centrale Cinese ha annunciato oggi una rivalutazione del 2,1% dello yuan rispetto al dollaro. Dopo circa dieci anni il cambio non sarà più di 8,28 ma di 8,11 yuan per un dollaro. La valuta cinese non sarà più legata inoltre in futuro al biglietto verde ma ad un paniere di valute. Il valore dello yuan sarà quindi sempre determinato da un sistema di cambio "fisso". Si tratta di un piccolo passo ma potrebbe essere solo il primo in direzione di una riforma più completa del sistema valutario cinese. Ricordiamo che i principali partner commerciali della Cina, su tutti gli Stati Uniti, avevano aumentato ultimamente la pressione sul gigante asiatico per una rivalutazione dello yuan. Proprio ieri era stato annunciato che il PIL cinese è aumentato nel primo semestre del 2005 più del previsto: +9,5%. Gli economisti avevano atteso un incremento del 9,3%. La Cina ha potuto raggiungere tali margini di crescita anche grazie al basso livello dello yuan che ha reso più competitivi del dovuto i suoi prodotti. La decisione della Banca Centrale Cinese ha messo di buon umore i mercati azionari. I futures sui principali indici di borsa statunitensi si trovano al momento in rialzo. La competitività delle imprese americane dovrebbe infatti aumentare in futuro. Tra le valute il dollaro perde sensibilmente rispetto allo yen ed è in calo anche sull'euro.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro