Il petrolio e la debolezza del dollaro pesano su Wall Street

CONDIVIDI
Seduta negativa per i mercati azionari americani. Il Dow Jones perde al momento lo 0,7% a 10620,53 punti mentre il Nasdaq Composite lascia sul terreno l'1% a 2194,27 punti. Sui listini pesano diversi fattori. Da una parte la nuova fiammata del prezzo del petrolio che sembra dirigersi verso nuovi massimi assoluti. Il mercato continua a temere che l'offerta non possa riuscire a soddisfare la domanda. Sussiste tra l'altro ancora incertezza riguardo l'Arabia Saudita dopo la morte di re Fahd. Anche la ripresa dell'euro rispetto al dollaro a spiazzato molti investitori. La valuta europea ha toccato in giornata quota $1,24, i suoi massimi livelli da più di due mesi sul biglietto verde. Le vendite a luglio del settore americano della distribuzione hanno inoltre deluso per lo più le attese nonostante i buoni dati del gigante Wal-Mart (US9311421039), vedi a proposito: Wal-Mart: Solida crescita delle vendite a luglio. Molti titoli del comparto registrano delle forti perdite. Infine molti investitori prendono i loro benefici in vista dell'annuncio dei dati sul mercato del lavoro di domani. In caso i risultati dovessero risultare essere nettamente migliori delle previsioni i mercati azionari dovrebbero reagire negativamente. I timori su un aumento dell'inflazione e quindi su un ciclo di tassi in aumento più lungo del previsto dovrebbero infatti aumentare.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro