Goldman Sachs meno bullish sulle quotazioni del petrolio

CONDIVIDI
Goldman Sachs ha tagliato oggi le sue stime sul prezzo medio del petrolio (Crude) per il 2005 e il 2006. La banca d'affari ha ridotto le sue previsioni per quest'anno da $66 a $62 al barile e per il prossimo da $68 a $64 al barile. Goldman Sachs ha tagliato inoltre anche le sue stime per i prezzi del gasolio da riscaldamento e del gas. Goldman Sachs ha spiegato la sua decisione con l'inabituale clima mite negli USA all'inizio di questo inverno. Nel breve termine l'offerta dovrebbe perciò aumentare e ridurre la pressione sui prezzi per l'energia. Altrimenti Goldman Sachs continua ad essere bullish sulle quotazioni del petrolio. Goldman Sachs ha osservato che le temperature dovrebbero raggiungere presto i loro normali livelli stagionali. Goldman Sachs ha indicato inoltre la solida crescita economica e le perdite delle riserve a causa della devastazione degli uragani.
Il future sul Crude guadagna al momento al NYMEX l'1,5% a $58,55 al barile (vedi la nostra pagina dedicata alle quotazioni del petrolio e dei principali titoli petroliferi: Borsainside petrolio), per il fine settimana del Thanksgiving è atteso un forte calo delle temperature nell'America Settentrionale.
Ricordiamo a proposito che Goldman Sachs è da tempo la banca d'affari più bullish sulle quotazioni dell'oro nero. Lo scorso marzo Goldman Sachs fece scalpore tra gli investitori con la sua teoria del "super-ciclo rialzista" del prezzo del petrolio.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro