Mercati USA: Cosa attendersi questa settimana

CONDIVIDI
La scorsa settimana il Dow Jones ha guadagnato il 2,2%, l'S&P 500 l'1,7% e il Nasdaq Composite il 2,7%. I mercati azionari statunitensi sono stati sostenuti da alcune positive trimestrali che hanno fatto dimenticare i deludenti dati presentati durante la settimana precedente da Intel (US4581401001), Citigroup (US1729671016) e General Electric (US3696041033). Soprattutto i risultati di Caterpillar (US1491231015) e Microsoft (US5949181045) hanno fatto ritornare tra gli investitori la fiducia sulla crescita delle imprese americane (vedi: Caterpillar: I conti fanno volare il titolo ad un nuovo record storico e Caterpillar: I conti fanno volare il titolo ad un nuovo record storico). I listini hanno beneficiato inoltre del calo del prezzo del petrolio che ha riacquistato però vigore proprio in chiusura di settimana (vedi Borsainside petrolio).
La settimana che inizia oggi è estremamente ricca di importanti eventi sia macroeconomici che societari.
Sul fronte macroeconomico oggi è atteso l'annuncio dei dati di dicembre sui redditi (Personal Income) e sulle spese per consumi (Personal Spending).
Domani è in programma uno degli appuntamenti più attesi della settimana: la riunione del FOMC (Federal Open Market Committee)
, l'ultima di Alan Greespan dopo diciotto anni alla guida della Fed. Gli economisti danno per scontato un nuovo aumento del tasso d'interesse di un quarto di punto al 4,5%. Questa volta il FOMC potrebbe però indicare che la sua restrittiva politica monetaria terminerà  presto, forse già  dopo la riunione di marzo. Il dato sul PIL degli USA nel quarto trimestre comunicato venerdì scorso ha sorpreso negativamente. La crescita dell'economia americana ha rallentato infatti negli ultimi mesi del 2005 molto più del previsto. Per questo motivo gli investitoiri sono ora più fiduciosi su una prossima fine del ciclo dei rialzi dei tassi d'interesse. Se queste speranze dovessero venir deluse allora i mercati potrebbero reagire molto negativamente. Domani verrà  comunicato anche il dato del quarto trimestre sul costo dell'occupazione (ECI, Employment Cost Index), un indicatore per l'andamento dell'inflazione. Le attese sono di una crescita dello 0,9% dopo un aumento dello 0,8% nel terzo trimestre. Sempre domani sono in programma la pubblicazione dell'indice dei direttori d'acquisto dell'area di Chicago (Chicago PMl) e del dato sulla fiducia dei consumatori del Conference Board. Per quanto riguarda il Chicago PMI le stime sono di un leggero calo a gennaio a 59,5 punti. La fiducia dei consumatori dovrebbe essere aumentata invece questo mese a 104,8 punti.
Per mercoledì segnaliamo l'annuncio del dato sulle spese per le costruzioni (Construction Spending) e dell'indice ISM manifatturiero. Secondo gli esperti l'ISM manifatturiero dovrebbe aver registrato a gennaio un leggero calo a 55 punti.
Giovedì oltre al consueto rapporto settimanale sulle richieste di sussidi alla disoccupazione (Jobless Claims) è atteso il dato preliminare del quarto trimestre sulla produttività  dei lavoratori e sui costi per unità  di produzione (Productivity and Costs).
Venerdì infine la settimana si chiuderà  con una vera pioggia di rilevanti dati macroeconomici. Il dato più atteso è quello sul mercato del lavoro a gennaio. Secondo le stime degli economisti a gennaio dovrebbero essere stati creati nel settore non agricolo (Nonfarm Payrolls) negli USA circa 240000 nuovi posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione (Unemployment Rate) dovrebbe essere rimasto stabile al 4,9%. Per venerdì è previsto inoltre l'annuncio dell'indice ISM non-manifatturiero, degli ordinativi all'industria (Factory Orders) e del dato definitivo dell'Università  del Michigan sulla fiducia dei consumatori a gennaio.
Sul fronte societario la trimestrale più attesa è sicuramente quella di Google (US38259P5089). Il colosso di Internet comunicherà  i suoi dati di bilancio domani dopo la chiusura delle contrattazioni al Nasdaq. Google dovrebbe aver fatturato lo scorso trimestre $1,29 miliardi e guadagnato $1,76 per azione. Molti analisti hanno confermato la scorsa settimana di essere ottimisti sulle prospettive dell'impresa del più usato dei motori di ricerca (vedi: Caterpillar: I conti fanno volare il titolo ad un nuovo record storico). Tra le altre trimestrali in programma questa settimana segnaliamo per oggi quelle di Eastman Kodak (US2774611097) e di Exxon Mobil (US30231G1022), per domani quelle di
Altria (US02209S1033), Merck (US5893311077) e Symantec (US8715031089), per mercoledì quelle di Boeing (US0970231058) e di Time Warner (US8873171057) e per giovedì quelle di Amazon (US0231351067) e di Electronic Arts (US2855121099). Qui sotto un calendario con le principali trimestrali in programma questa settimana:

Lunedì 30 gennaio
Check Point Software (IL0010824113)
Eastman Kodak (US2774611097) Exxon Mobil (US30231G1022)
Gilead Sciences (US3755581036) Kraft Foods (US50075N1046) Mattel (US5770811025) Nasdaq Stock Market (US6311031081) Schering-Plough (US8066051017) Sysco (US8718291078) Tyson Foods (US9024941034)

Martedì 31 gennaio
Altria (US02209S1033) Archer Daniels Midland Company (US0394831020) Archipelago Holding (US03957A1043) Cameco (CA13321L1085) Chiron (US1700401094) Chigaco Mercantile Exchange (US1677601072) Chubb (US1712321017) Cinergy (US1724741087) Entergy (US29364G1031) Flextronics (SG9999000020) Google (US38259P5089) Hilton Hotels (US4328481092) Internet Security Systems (US46060X1072) Kellogg (US4878361082) Knight Ridder (US4990401030)
L-3 Communications (US5024241045) Maxtor (US5777292054) Merck (US5893311077) Pepsi Bottling (US7134091005) Phelps Dodge (US7172651025) Powerwave Technologies (US7393631095) Sepracor (US8173151049) Symantec (US8715031089) U.S. Steel (US9129091081) Valero Energy (US91913Y1001) Wyeth (US9830241009)

Mercoledì 1 febbraio
American Electric Power (US0255371017) Anheuser-Busch (US0352291035) Boeing (US0970231058) Devon Energy (US25179M1036) Duke Energy (US2643991068) HCA (US4041191093) JDS Uniphase (US46612J1016) Monster Worldwide (US6117421072) Starbucks (US8552441094) Sunoco (US86764P1093) Time Warner (US8873171057)

Giovedì 2 febbraio
Allergan (US0184901025) Amazon (US0231351067) American Power Conversion
(US0290661075) Apache (US0374111054) Avon Products (US0543031027) Comcast (US20030N2009) Electronic Arts (US2855121099) Gateway (US3676261080) International Paper (US4601461035) ON Semiconductor (US6821891057) MedImmune (US5846991025) Raytheon (US7551115071) Sara Lee (US8031111037) TravelZoo (US89421Q1067) Tyco (BM9021241064) Whirlpool (US9633201069)

Venerdì 3 febbraio
Moody's (US6153691059) THQ (US8724434035) Wendy's (US9505901093)

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
+