L'industria del tabacco vince in tribunale, rally del setttore in borsa

CONDIVIDI
Vittoria importantissima per l'industria del tabacco in tribunale. La Corte Suprema della Florida ha annullato la sentenza di una Corte di Assise che nel 2000 aveva condannato le imprese del settore ad un maxi-risarcimento da $145 miliardi. Secondo la Corte Suprema della Florida la richiesta dei consumatori colpiti da varie malattie in seguito al fumo di sigarette sarebbe "eccessiva". In questo modo la Corte Suprema della Florida ha confermato la sentenza della Corte d'Appello che nel 2003 aveva già respinto con la stessa argomentazione nella seconda istanza la richiesta di risarcimento più grande della storia degli USA. La sentenza della Corte di Assise del 2000 aveva fatto scalpore ed aveva spinto molti altri consumatori ad unirsi e ad intentare delle cause collettive all'industria del tabacco. Nel 2003 la Corte d'Appello aveva indicato però che la somma richiesta era esagerata perchè superava di diciotto volte il patrimonio totale delle imprese accusate di aver causato dei danni. I titoli delle imprese del settore hanno reagito alla notizia con un balzo. Altria (US02209S1033), la casa madre di Philip Morris, sale al momento del 5,7%, Reynolds American (US7616951056) del 3,1% e Loews (US5404241086) dell'1,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption