Mercati USA: Cosa attendersi questa settimana

CONDIVIDI
La scorsa settimana Wall Street ha registrato una performance positiva. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,6%, l'S&P 500 l'1,2% ed il Nasdaq Composite il 2,5%. I mercati azionari statunitensi hanno beneficiato di alcuni positivi dati macroeconomici. La stima sulla crescita del PIL degli USA nel secondo trimestre è stata rivista al rialzo dal 2,5% al 2,9%. I dati di agosto sui nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo (Nonfarm Payrolls) hanno inoltre indicato che la locomotiva americana continua a correre ad una soddisfacente velocità. Allo stesso tempo il salario orario medio (Average Hourly Earnings), un importante indicatore per l'andamento dell'inflazione, è cresciuto ad agosto di solo lo 0,1%. Queste notizie hanno ridotto notevolmente i timori degli investitori su un possibile eccessivo rallentamento dell'economia statunitense e su degli ulteriori rialzi dei tassi d'interesse da parte della Fed. La performance di Wall Street è stata sostenuta anche dal calo del prezzo del petrolio. La scorsa settimana il future sul Crude è sceso, per la prima volta da mesi, nettamente al di sotto della soglia dei $70 al barile. Il calendario macroeconomico della breve settimana borsistica che inizia oggi dopo il lungo week-end del Labor Day è piuttosto povero. Gli appuntamenti più importanti sono in programma mercoledì. Domani il Dipartimento del Lavoro pubblicherà il dato rivisto del secondo trimestre sulla produttività dei lavoratori e sui costi per unità di produzione (Productivity and Costs). Per quanto riguarda la produttività dei lavoratori gli economisti attendono una revisione al rialzo dall'1,1% all'1,5%. La stima sulla crescita dei costi per unità di produzione, un altro rilevante indicatore per l'andamento dell'inflazione, dovrebbe invece rimanere invariata al 4,2%. Sempre per domani è atteso l'annuncio dell'indice ISM non-manifatturiero e del Beige Book della Fed. Quest'ultimo potrebbe dare agli investitori delle nuove importanti indicazioni sullo stato di salute dell'economia americana. Per quanto riguarda l'ISM non-manifatturiero le previsioni sono di un leggero aumento ad agosto a 55 punti. Giovedì verrà pubblicato il dato di luglio sulle sulle scorte dei grossisti (Wholesale Trade) mentre venerdì è atteso infine il dato sui crediti al consumo (Consumer Credit). Sul fronte societario solo una società il cui titolo è contenuto nell'indice S&P 500 presenterà questa settimana la sua trimestrale: National Semiconductor (US6376401039). I dati, attesi per mercoledì, non dovrebbero riservare delle sorprese particolari dopo che l'impresa dei semiconduttori ha lanciato lo scorso 22 agosto un warning sulla crescita dei suoi ricavi. Il leader del settore Intel (US4581401001) potrebbe trovarsi da parte sua già oggi sotto i riflettori. Secondo quanto hanno riportato venerdì scorso delle voci di stampa il colosso dei chip potrebbe annunciare all'inizio di questa settimana un importante taglio del suo personale (vedi a proposito: High-tech: Intel pronta a tagliare fino al 20% della sua forza lavoro).

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro