High-tech: Gli analisti corrono in aiuto di Apple

CONDIVIDI
Piper Jaffray ha contestato oggi l'esattezza del rapporto pubblicato ieri da Forrester Research secondo cui i ricavi di iTunes, il negozio di musica digitale di Apple (US0378331005), avrebbero registrato nella prima parte di quest'anno un drastico calo (vedi a proposito: Apple sotto pressione, i ricavi di iTunes in caduta libera?). I dati raccolti dalla casa d'investimento indicherebbero piuttosto una forte crescita di iTunes. Nei primi nove mesi di quest'anno il numero delle canzoni vendute per settimana sarebbe cresciuto rispetto al 2005 del 78%. Piper Jaffray ha confermato perciò il suo rating di "Outperform" sul titolo con un target sul prezzo a $99. Morgan Stanley ha da parte sua affermato di essere molto ottimista sulla crescita dell'impresa della mela. Apple dovrebbe beneficiare sensibilmente durante i prossimi mesi del lancio di nuovi prodotti e dell'immissione in commercio di Vista, il nuovo sistema operativo di Microsoft (US5949181045). Secondo la banca d'affari il Mac dovrebbe continuare a guadagnare quote di mercato. Morgan Stanley ha confermato il suo rating di "Overweight" sul titolo ed alzato il target price da $90 a $110. UBS infine ha confermato il suo rating di "Buy" su Apple con un target sul prezzo a $108. Come Morgan Stanley UBS non ha espresso alcun commento sul rapporto di Forrester Research ma indicato di continuare ad essere fiduciosa sulle prospettive del cosìddetto "iPhone". Secondo UBS il nuovo prodotto dovrebbe venir lanciato sul mercato verso la fine del primo trimestre del prossimo anno.
Apple sale al momento del 2% a $87,90.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro