Borsainside.com

Wall Street: Il dato sui prezzi alla produzione pesa sui listini

Gli indici azionari statunitensi registrano al momento dei ribassi. Il Dow Jones e l'S&P 500 perdono lo 0,2% ed il Nasdaq Composite lo 0,5%. Sui listini a Wall Street pesa soprattutto il negativo dato relativo ai prezzi alla produzione. Nel pre-borsa il Dipartimento del Lavoro ha comunicato che a novembre il PPI (Producer Price Index). è aumentato di ben il 2%. Si è trattato del maggior aumento del PPI dal 1974. Gli economisti avevano atteso un incremento di solo lo 0,5%. Il core PPI, l'indice depurato dalle più volatili variazioni dei prezzi di cibo ed energia, è aumentato da parte sua dell'1,3% contro le attese degli economisti di un aumento dello 0,2%. Anche se è vero che il PPI è un indicatore meno seguito dalla Fed per valutare l'andamento dell'inflazione la notizia ha fatto riaumentare il nervosismo sul mercato e l'insicurezza tra gli investitori sul futuro dei tassi d'interesse.

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS