Macroeconomia: Il PIL degli USA cresce nel terzo trimestre del 2%

Il Dipartimento del Commercio ha comunicato oggi che il PIL degli USA è cresciuto nel terzo trimestre, da anno ad anno, del 2%. Si è trattato del più basso aumento del PIL dal quarto trimestre del 2005 quando l'economia USA aveva risentito delle catastrofi causate dagli uragani Katrina e Rita. Gli economisti avevano atteso in media una crescita del 2,2%, in linea alla precedente stima preliminare comunicata dalle autorità circa un mese fa. Il rallentamento della locomotiva statunitense, il cui PIL era cresciuto nel secondo trimestre ancora del 2,6%, è stato dovuto in gran parte alla fine del boom del settore edilizio. Per il quarto trimestre 2006 e il primo trimestre 2007 gli economisti attendono in media una crescita del 2%. In seguito alla notizia i futures sui principali indici azionari USA hanno ridotto i loro guadagni. Il dato definitivo sul PIL nel terzo trimestre ha fatto infatti riaumentare i timori di parte del mercato su un possibile eccessivo rallentamento dell'economia USA. D'altra parte dovrebbero anche crescere ora le speranze degli investitori su un taglio dei tassi d'interesse da parte della Fed nel primo trimestre del 2007.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS