Apple: La crescita degli utili polverizza le stime, il titolo supera $100

CONDIVIDI
Apple (US0378331005) ha comunicato ieri dopo la chiusura delle contrattazioni al Nasdaq una convincente trimestrale. Nel suo secondo trimestre fiscale terminato lo scorso 31 marzo l'impresa della mela ha fatturato $5,26 miliardi, il 21% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio. L'utile netto dell'azienda guidata da Steve Jobs è cresciuto del 88% a $770 milioni pari a $0,87 per azione. Gli analisti avevano atteso in media un fatturato di $5,17 miliardi ed un utile per azione di soli $0,64. I brillanti dati di Apple sono stati dovuti al fatto che le vendite del Macintosh e dell'iPod hanno registrato ancora una volta un andamento migliore del previsto. Le vendite dei PC di Apple sono aumentate da anno ad anno di ben il 36%, quelle del lettore di musica digitale del 24%. Apple ha potuto inoltre migliorare la sua profittabilità grazie al calo dei suoi costi. Se la trimestrale è stata brillante l'oulook ha leggermente deluso le attese. Apple ha comunicato di attendere per il corrente trimestre un fatturato di circa $5,1 miliardi ed un utile per azione di $0,66. Gli esperti delle banche d'affari avevano atteso un fatturato di $5,45 miliardi ed un utile per azione di $0,67. Apple ha confermato che l'iPhone, il suo attesissimo nuovo prodotto, verrà lanciato sul mercato a giugno. Questa notizia e la brillante trimestrale hanno più che compensato il cauto outlook. Il titolo ha guadagnato nel dopo-borsa il 7,4% a $102,40.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption