Macroeconomia: Il PIL degli USA cresce nel primo trimestre di solo l'1,3%

Il Dipartimento del Commercio ha comunicato poco fa che in base alle sue stime preliminari il PIL degli USA è cresciuto nel primo trimestre di quest'anno dell'1,3%. Gli economisti avevano atteso in media una crescita dell'1,8%. Era dal primo trimestre del 2003 che il PIL degli USA non registrava una tale bassa crescita. La velocità della locomotiva statunitense è stata rallentata durante gli scorsi mesi soprattutto dall'aumento dei prezzi per l'energia e dalla crisi del settore immobiliare. In seguito alla notizia i futures sui principali indici azionari statunitensi hanno volto al ribasso. Sul mercato delle valute l'euro raggiunge inoltre al momento un nuovo record storico rispetto al dollaro. Il sentiment potrebbe ora peggiorare a Wall Street anche perchè sia l'indice PCE (Personal Consumption Expenditures) che il nuovo dato sul costo dell'occupazione (ECI, Employment Cost Index) hanno indicato che l'inflazione continua a restare a degli alti livelli negli Stati Uniti.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS