Intel: I margini calano nel secondo trimestre, il titolo in forte ribasso

Sulla profittabilità del colosso dei chip ha pesato la pressione sui prezzi nel settore ed il calo della domanda delle memorie NAR.

CONDIVIDI
Intel (US4581401001) ha presentato oggi dopo la chiusura delle contrattazioni al Nasdaq una trimestrale in linea con le previsioni degli analisti. Il dato sul margine lordo dell'impresa di Santa Clara ha però deluso le attese degli investitori. Nel secondo trimestre di quest'anno il colosso dei semiconduttori ha fatturato $8,7 miliardi, l'8% in più rispetto allo stesso periodo del 2006. L'utile netto di Intel è cresciuto del 44% a $1,3 miliardi pari a $0,22 per azione. Escluse le voci straordinarie l'utile per azione di Intel ha ammontato a $0,19. Gli analisti avevano previsto in media ricavi di $8,5 miliardi ed un utile per azione di $0,19. La crescita di Intel è stata sostenuta durante gli scorsi mesi soprattutto dall'aumento della domanda di microprocessori. Nonostante i benefici derivanti dal suo programma di taglio dei costi Intel ha registrato nel secondo trimestre un sensibile calo della sua profittabilità . Il margine lordo si è attestato infatti al 46,9%. La stessa Intel aveva previsto un margine lordo di circa il 48%. Andy Bryant, Direttore Finanziario di Intel, ha osservato che la pressione sui prezzi dei chip è stata più forte del previsto. Bryant ha spiegato inoltre il calo della profittabilità della sua impresa con il rallentamento della domanda delle memorie NOR. Il mercato ha accolto negativamente queste indicazioni. Il titolo di Intel perde al momento nel dopo-borsa il 3,5% a $25,42.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro