Mercati USA - Titoli caldi: Oracle, Texas Instruments ed Intel

Oracle spezza l'importante resistenza in area $21,00. Texas Instruments testa la resistenza a $37,20. Intel ha delle buone probabilità di superare quota $26,50.

CONDIVIDI
Oracle (US68389X1054) guadagna il 4,4% a $21,95. Il titolo del colosso del software spezza oggi l'importante resistenza in area $21,00. Il prossimo target di breve termine si trova a $22,70. Al di sopra di questo livello Oracle potrebbe salire durante i prossimi mesi anche fino a $27,50. Finchè il titolo quota al di sopra di area $21,00 il suo trend è chiaramente bullish.

Texas Instruments (US8825081040) guadagna il 3,6% a $37,08. Il colosso dei semiconduttori ha annunciato oggi dei nuovi importanti versamenti di capitale a favore dei suoi azionisti (vedi: Semiconduttori: Texas Instruments alza il suo dividendo del 25%). Esattamente come supposto nella precedente analisi da Borsainside dopo aver risuperato $34,50 il titolo è risalito fino a $36,65 - 37,20. Su questa area Texas Instruments potrebbe registrare ancora un pullback fino a $35,70. Al di sotto di questo livello il titolo potrebbe testare dall'alto area $34,50. Una chiusura settimanale al di sopra di $37,20 farebbe scattare un segnale rialzista con obiettivi a $39,65 e a $42,90.

Intel
(US4581401001)
guadagna lo 0,5% a $25,95. Esattamente come supposto da Borsainside nella precedente analisi il titolo ha consolidato fino a $24,50 - 24,80 ed ha volto in seguito di nuovo verso l'alto. Intel ha ora delle buone probabilità di superare quota $26,50. Una chiusura al di sopra di questa barriera farebbe scattare un segnale rialzista con obiettivi a $27,55 e a $28,85. In caso invece Intel dovesse chiudere al di sotto di $24,50 potrebbe scendere fino a $23,60 - 23,75.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption