Mercati USA: Cosa attendersi questa settimana

L'audizione di Bernanke al Joint Economic Committee del Congresso, le trimestrali di AIG, Cisco, General Motors, Time Warner, Qualcomm e Ford.

CONDIVIDI
Tra i principali indici azionari statunitensi solo il Nasdaq Composite ha potuto registrare la scorsa settimana una performance positiva. Il listino della borsa elettronica ha guadagnato lo 0,2%, il Dow Jones e l'S&P 500 il 2,3% hanno invece perso rispettivamente l'1,5% e l'1,7%. Il FOMC ha tagliato mercoledì scorso i suoi tassi d'interesse di 25 punti base. L'ulteriore riduzione del costo del denaro da parte della Fed non ha potuto però compensare le nuove notizie negative arrivate dal settore finanziario. Stanley O'Neil, numero uno di Merrill Lynch (US5901881087), ha dato le sue dimissioni a causa delle perdite record registrate nel terzo trimestre dalla rinomata banca d'affari. Giovedì scorso la casa d'investimento CIBC ha avvertito che Citigroup (US1729671016) potrebbe avere bisogno nel breve termine di più di $30 miliardi per migliorare i suoi coefficienti di base. Citigroup potrebbe perciò anche tagliare il suo dividendo. La situazione presso Citigroup sembra essere in effetti critica. Secondo quanto riportano diverse fonti il board di Citigroup avrebbe tenuto durante il fine settimana una riunione straordinaria per discutere la posizione del CEO Charles Prince e studiare delle nuove possibili svalutazioni. Ormai sembra quasi certo che anche Prince sia destinato a lasciare il suo posto, le sue dimissioni potrebbero venir annunciate già oggi. La crisi del mercato del credito dovrebbe quindi continuare a condizionare l'andamento di Wall Street. Delle nuove notizie negative potrebbero arrivare dalla trimestrale di AIG (US0268741073), in programma per mercoledì prossimo. Secondo delle voci che sono circolate la scorsa settimana anche la prima impresa al mondo del settore assicurativo potrebbe infatti annunciare delle importanti svalutazioni. Oltre ad AIG pubblicano mercoledì i loro dati di bilancio Cisco Systems (US17275R1023), General Motors (US3704421052) ed i colossi dei media News Corp. (US65248E1047) e Time Warner (US8873171057). Come sempre la trimestrale di Cisco potrebbe dare degli importanti impulsi all'intero Nasdaq. Le previsioni sono di ricavi di $9,5 miliardi e di un utile per azione di $0,36. Già oggi annuncia i suoi dati di bilancio un altro colosso dell'high-tech: Sun Microsystems (US8668101046). Per giovedì segnaliamo inoltre le trimestrali di Nvidia (US67066G1040), Qualcomm (US7475251036), Walt Disney (US2546871060) e Ford (US3453708600).
Sul fronte macroeconomico l'appuntamento più atteso della settimana è l'audizione di Ben Bernanke al Joint Economic Committee del Congresso, in programma per giovedì prossimo. Le informazioni che il Presidente della Fed darà sull'andamento dell'economia e dell'inflazione potrebbero influenzare notevolmente Wall Street. Sarà soprattutto interessante constatare se le parole di Bernanke potranno essere interpretate come una conferma delle indicazioni contenute nel comunicato che ha accompagnato la decisione del FOMC sui tassi d'interesse della scorsa settimana. Il calendario macroeconomico non è altrimenti ricco di appuntamenti di grande rilievo. Oggi verrà pubblicato l'indice ISM non-manifatturiero per il mese di ottobre. Mercoledì il Dipartimento del Lavoro pubblicherà la sua stima preliminare sulla produttività dei lavoratori e sui costi per unità di produzione (Productivity and Costs) nel terzo trimestre. Secondo le stime degli economisti la produttività dovrebbe essere aumentata lo scorso trimestre negli USA del 3,1%. Per quanto riguarda il costo del lavoro per unità di prodotto (Unit Labor Costs), un indicatore dell'inflazione, le previsioni sono di un aumento dell'1%. Sempre mercoledì sono in programma i dati di settembre sui crediti al consumo (Consumer Credit) e sulle scorte dei grossisti (Wholesale Inventories). Venerdì il Dipartimento del Commercio comunicherà il dato di settembre sulla bilancia commerciale (Trade Balance). Secondo le stime degli economisti il deficit commerciale degli USA dovrebbe essere aumentato a settembre a $58,5 miliardi. Per venerdì segnaliamo inoltre i dati di ottobre sui prezzi alle importazioni ed esportazioni (Import and Export Prices) e l'indice preliminare dell'Università del Michigan sulla fiducia dei consumatori a novembre.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro