Macroeconomia: Il declino del mercato del lavoro accelera a gennaio

Lo scorso mese sono andati persi negli USA nel settore non agricolo 17.000 impieghi.

CONDIVIDI
Il declino del mercato statunitense del lavoro ha registrato un'accelerazione a gennaio. Il Dipartimento del Lavoro degli USA ha appena comunicato infatti che lo scorso mese sono andati persi nel settore non agricolo 17.000 impieghi (Nonfarm Payrolls). Si è trattato della prima perdita mensile di posti di lavoro negli Stati Uniti dall'agosto del 2003. Gli economisti avevano atteso la creazione di 70.000 nuovi impieghi. Già a dicembre il mercato del lavoro statunitense aveva dato dei chiari segni di debolezza. D'altra parte i dati dello scorso mese sono stati rivisti al rialzo da +18.000 a +82.000 nuovi posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione (Unemployment Rate), che viene calcolato diversamente dalle statistiche sui nuovi salari, è calato a gennaio leggermente dal 5% al 4,9%. Gli economisti avevano atteso un tasso di disoccupazione stabile al 5%. Il calo degli impieghi a gennaio segnala che gli Stati Uniti potrebbero già trovarsi in un periodo di recessione.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro