Macroeconomia: I dati sui prezzi al consumo deludono le attese

Sia il CPI che la sua versione core sono aumentati a gennaio più del previsto.

Il Dipartimento del Lavoro ha appena comunicato che l'indice dei prezzi al consumo (CPI, Consumer Price Index) è aumentato lo scorso mese dello 0,4%. Gli economisti avevano atteso in media un aumento dello 0,3%. Il core CPI, l'indice depurato dalle più volatili variazioni dei prezzi di cibo ed energia, è salito dello 0,3%. Si è trattato del più forte incremento di uno degli indicatori "chiave" dell'inflazione dal giugno del 2006. Le stime degli economisti erano di un aumento di solo lo 0,2%. La notizia potrebbe pesare oggi su Wall Street. Se la pressione inflazionistica dovesse infatti aumentare la Fed dovrebbe avere delle serie difficoltà a tagliare ulteriormente i suoi tassi d'interesse.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS