Macroeconomia: I dati sul mercato del lavoro deludono le attese

Lo scorso mese sono andati persi negli USA 80.000 impieghi. Si riaccende l'allarme recessione a Wall Street.

CONDIVIDI
Notizie molto negative dal fronte macroeconomico. Il Dipartimento del Lavoro degli USA ha appena comunicato che lo scorso mese sono andati persi nel settore non agricolo 80.000 impieghi (Nonfarm Payrolls). Si è trattato della più forte flessione dal marzo del 2003. Gli economisti avevano atteso la perdita di 50.000 posti di lavoro. Il dato di febbraio è stato inoltre rivisto al rialzo da -63.000 a -76.000 impieghi. Il tasso di disoccupazione (Unemployment Rate) è salito dal 4,8% al 5,1% ed ha raggiunto i suoi più alti livelli dal settembre del 2005. Anche in questo caso il dato è risultato essere peggiore delle stime degli economisti che erano di un tasso di disoccupazione del 5%. In seguito alla notizia i futures sui principali indici azionari statunitensi sono passati in negativo. I nuovi dati sul mercato del lavoro segnalano che gli USA potrebbero già trovarsi in un periodo di recessione.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro